Servizio Civile Nazionale: un anno che cambia la vita!

By Alice Bolzonello / 3 Gennaio 2022

Con Don Bosco per i giovani!
Vuoi spendere un anno della tua vita mettendoti in gioco per gli altri? Vuoi vivere un anno che ti cambia la vita?
Se hai dai 18 ai 28 anni e cerchi una risposta a queste domande, ecco una occasione per te! Partecipa al bando per poter fare un anno di Servizio Civile presso il nostro Istituto!

Di seguito le testimonianze di chi ha sperimentato o sta sperimentando la ricchezza dell’esperienza di Servizio Civile.

Stefano, civilista nella Scuola Primaria nell’anno scolastico 2020/2021 scrive:
«L’esperienza del servizio civile mi ha regalato libertà e spensieratezza.
Il percorso nella scuola mi ha dato la possibilità di scoprire se i miei sogni e le mia ambizioni future potessero avere una certa realizzazione e concretezza… chi sono? E per chi sono?
Domande che hanno cominciato a trovare risposta qualche anno fa e che con l’anno (sfortunato per via del covid) di Servizio Civile hanno trovato ancor più sostanza.
La bellezza di trasmettere ciò che sei e poi ciò che insegni a dei bambini e ragazzini è stata la conferma più grande.
“Vivere con gioia”, questa è per me è stata la chiave dell’intera esperienza…non solo in aula ma in particolare, se non di più, durante i momenti meno formali: ricreazioni, mensa, uscite ed eventi.

Allora ecco che scopri qualcosa di più di te per donarlo ai bimbi, mentre loro ti aiutano a conoscerti perché toccano corde del cuore che prima erano nascoste o poco toccate.
E poi cosa rimane? Certo delle risposte, certo degli aneddoti divertenti, certo le fatiche e le difficoltà di alcuni, ma se la vivi al 100% non potrai mai dimenticare ogni singolo bambino e ognuno di loro si ricorderà di te…il ricordo è la cosa che mi riscalda ancor di più il cuore e che mi conferma che la scelta fatta e le scelte future devono essere in o per quella strada.»

Samuele, civilista nella Scuola Primaria e nel doposcuola nell’anno scolastico 2020/2021 scrive:
«Ho deciso di svolgere un anno di Servizio Civile presso l’Istituto perché dentro di me sentivo il bisogno di capire se fare l’insegnate potesse essere la mia strada. Ad oggi posso dire che collaborare nella grande missione dell’istruzione e educazione di bambini e ragazzi mi ha decisamente aiutato a fare chiarezza nei miei desideri per il futuro.
Il Servizio Civile per me è stato un anno ricco di sorprese, di soddisfazioni, ma anche di fatiche: lavorare tutto il giorno affianco a bambini e ragazzi richiede moltissime energie e molta pazienza, bisogna sempre tenere a mente qual è il motivo per cui tu sei affianco a loro. Non nascondo che ci sono state giornate difficili, con qualche arrabbiatura, in cui sono tornato a casa triste e deluso, ma fa parte del gioco. Le soddisfazioni tuttavia sono state enormemente più grandi, come la fiducia nei miei confronti da parte dei bambini, e il bellissimo rapporto instaurato durante l’estate con gli animatori del Grest e con chi mi ha accompagnato durante tutto l’anno in questa bellissima esperienza.
Servizio Civile per me è stato più sinonimo di ricevere che di dare. Sono veramente grato di aver avuto questa preziosa opportunità, vissuta mettendomi in gioco al 100% e fidandomi di chi si è fidato di me

Alice, civilista nella Scuola Primaria nel corrente anno scolastico scrive:
«Il servizio civile per me è un’esperienza inaspettata, arrivata per caso, in un periodo strano della mia vita.
Sto vivendo questo percorso da ormai 7 mesi, ma mi sento a casa dal primo giorno.
Se dovessi descriverlo in tre parole, direi Comunità, Collaborazione e Valorizzazione.
Comunità perché l’aria che si respira è quella di una famiglia accomunata da uno sguardo di attenzione e amorevolezza verso il prossimo.
Collaborazione perché c’è sempre l’intenzione di andare nella stessa direzione, confrontandosi con chi ci sta affianco e ci guida, aiutandosi l’un l’altro.

Valorizzazione perché, da quando sono qui, ho riscoperto alcune cose di me che avevano perso valore e che ora invece sto riconsiderando preziose, soprattutto se messe al servizio degli altri.

Un poeta inglese del 1800 disse: “Dove l’amore e la capacità lavorano insieme, aspettati un capolavoro”.
Ora, non so se effettivamente sarà un capolavoro, ma per il momento devo dire che le premesse ci sono tutte!»

Francesca, civilista nel doposcuola per la Scuola secondaria nel corrente anno scolastico scrive:
«Servizio civile un anno che ti cambia la vita? verità o bugia?
Secondo la mia esperienza di quest’anno, oserei dire questa domanda: quanto sei disposto a lasciare che un anno vissuto a pieno al servizio dei più piccoli possa realmente farti gustare a pieno la vita?
Un anno che mi sta facendo toccare il paradiso in terra, attraverso la semplicità di un chiacchierata con i ragazzi durante la mensa, un partita a rugby o nel gioire insieme per un voto positivo preso la mattina a scuola.»

Le candidature dovranno essere presentate esclusivamente on line tramite identità digitale Spid entro le ore 14 del 26 GENNAIO 2022 .
Per informazioni sull’esperienza di #ServizioCivile consulta il sito https://www.donboscoland.it/…/servizio-civile…

Mettiti in gioco insieme a noi..nel servizio verso l’Altro!