I diritti dei bambini e delle bambine – Buongiorno cittadinanza, classi Seconde

By Istituto Maria Ausiliatrice Montebelluna / 10 Dicembre 2019

Nel mese che ospita la Giornata Mondiale dei diritti dei bambini e delle bambine (20 novembre), gli alunni delle classi 2^A e 2^B hanno approfondito questo tema universale.
Il percorso è iniziato dalla storia di due ragazzini attivisti pakistani, che hanno lottato per i diritti dei bambini. Attraverso la storia di Iqbal e Malala, gli alunni hanno scoperto come purtroppo non dappertutto i bimbi possano godere dei diritti che spettano loro. Iqbal e Malala infatti hanno lottato molto per far conoscere al mondo intero la condizione dei bambini in alcune zone povere del mondo!
Gli alunni delle due classi hanno rappresentato le incredibili storie di questi due bambini, evidenziandone l’ammirazione per la forza e il coraggio dimostrati, oltre che la tristezza e la delusione per le situazioni in cui vivono tuttora molti bambini in diverse parti del mondo.
In seguito, si è riflettuto su quali siano davvero i diritti di un bambino, e cosa sia importante nella vita di un ragazzino: come distinguere un diritto da un capriccio? Attraverso un gioco attivo, i bambini hanno sperimentato la difficoltà nell’individuare quali siano i veri diritti, e quali invece capricci, cose superficiali a cui si può rinunciare.
Il diritto, infatti, è un bisogno fondamentale, di cui non si può fare a meno!
Da questa idea gli alunni hanno conosciuto la Carta dei Diritti, un documento scritto molti anni fa in cui ci sono scritti i diritti fondamentali di un bambino, ovvero tutto ciò che non può e non deve mancare nella sua vita.
Gli alunni hanno avuto la possibilità di concretizzare la loro “lotta” per i diritti. Infatti, il 20 novembre, grazie all’iniziativa In farmacia per i bambini, si sono recati presso la Farmacia Guarda per comperare dei farmaci e dei prodotti pediatrici in aiuto ai bambini in povertà sanitaria con fondi raccolti da tutto l’Istituto Maria Ausiliatrice.

Hanno poi rappresentato tutti i diritti in un fiore, sul quale ogni petalo portava scritto un diritto:

  • Diritto ad essere curato;
  • Diritto ad avere una famiglia;
  • Diritto ad essere informato;
  • Diritto ad essere nutrito;
  • Diritto all’uguaglianza e identità;
  • Diritto al gioco;
  • Diritto alla vita e al nome;
  • Diritto ad una casa;
  • Diritto ad esprimere le proprie idee;
  • Diritto all’istruzione.

Gli alunni hanno costruito questo fiore per ciascuna classe della scuola, per far sì che i diritti dei bambini vengano conosciuti, rispettati e diffusi anche a chi non li conosce.
Hanno infine presentato alla scuola il percorso svolto, recitando una poesia e ricordando lo sforzo e il coraggio di Iqbal e Malala, affinché le loro storie possano essere d’esempio per tutti, grandi e piccini, nella difesa dei diritti dei bambini e delle bambine.

Chiara Perizzolo e Beatrice Cavallin, referenti classi 2^A/B